INACQUA - Centro Medico Piacenza
10 luglio 2013
AL CENTRO MEDICO INACQUA PRIMO AUTOTRAPIANTO DI CAPELLI
10 luglio 2013
l'intervento
A Piacenza primo intervento di autotrapianto “naturale” di capelli con tecnica monobulbare.


Tre ore di operazione per farsi autotrapiantare, uno ad uno, i propri capelli con una tecnica innovativa e assai poco invasiva. E’ stato eseguito nella sala operatoria del Centro Medico Inacqua il primo intervento di tricologia avanzata a Piacenza, con il ricorso a una speciale tecnica di microchirurgia senza precedenti per la nostra città.

Il primo paziente a sottoporsi all’operazione in anestesia locale è stato un quarantenne piacentino che così, in maniera “naturale”, vedrà rinfoltito il proprio cuoio capelluto, senza riportare i segni di alcuna cicatrice. La novità del “trapianto monobulbare” viene spiegata dal dottor Angelo Serraglio, il chirurgo estetico che ha effettuato il primo intervento di questa tipologia a Piacenza. “Questa tecnologia importata dalla Francia – spiega – consente di eseguire un autotrapianto dei propri capelli prelevati dalla nuca in maniera assolutamente non invasiva e in grado di consentire una ricrescita naturale. Vengono espiantate ad una ad una le unità follicolari dei capelli in maniera automatizzata, senza interventi di natura chirurugica, tagli o asportazioni di pelle. Il risultato che si ottiene – fa notare – è del tutto naturale e anche i tempi operatori e del decorso sono ridotti perchè il paziente non accusa i fastidi, e talvolta i problemi, legati a una tecnica più invasiva: al termine dell’operazione viene dimesso”.

Attraverso uno strumento automatizzato, il chirurgo estetico pratica delle microincisioni sul cuoio capelluto del diametro di 0,8 millimetri, che permettono il prelievo del singolo bulbo e di tutto l’apparato pilifero, che viene subito trapiantato nella zona sprovvista di capelli. “Nel giro di 4-5 giorni – spiega Serraglio – spariscono i segni e nell’arco di 2 mesi il capello trapiantato prende a crescere. A seconda dei casi, il rinfoltimento può richiedere uno o più cicli di interventi: con un ciclo si arriva all’impianto di circa mille bulbi . Il trapianto avviene comunque in maniera naturale senza il ricorso ad antidolorifici, con il solo utilizzo di un’anestesia locale”.

Serraglio pratica una chirurgia estetica che si definisce “morfodinamica” e che mira “stravolgere il meno possibile, con un occhio di riguardo alla naturalezza dei risultati e all’utilizzo modalità poco invasive”.

Il trapianto di capelli eseguito al Centro Medico Inacqua è stato possibile grazie all’avvio dell’attività di day surgery, ovvero di chirurgia di giorno. Si intende la possibilità clinica, organizzativa ed amministrativa di effettuare interventi chirurgici, procedure diagnostiche o terapeutiche invasive in regime di ricovero limitato alle sole ore del giorno. Si tratta sia di interventi effettuati in anestesia generale, ma anche spinale e peridurale, o locale con sedazione.